Fatturazione elettronica estesa a tutti i soggetti IVA

Fatturazione elettronica estesa a tutti i soggetti IVA

Le disposizioni in materia di fatturazione elettronica previste nel DDL della legge di bilancio 2018 rientrano tra le misure mirate ad aumentare la capacità dell’amministrazione di prevenire e contrastare efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA.

La Legge di Bilancio 2018 prevede l’obbligo di fatturazione elettronica per tutti i soggetti IVA, ad esclusione dei forfettari, a partire dal 1° gennaio 2019.  

La nuova manovra finanziaria prevede che la fatturazione elettronica B2B sia resa obbligatoria per gradi. Infatti, già partire dal 1° luglio 2018 alcuni soggetti privati avranno l’obbligo di fatturazione elettronica e tra questi ci sono:

  •  Privati che effettuano cessioni di benzina o gasolio per motori;
  •  Privati che prestano la propria opera in subappalto nell’ambito di un appalto pubblico. 

La Legge di Bilancio 2018 introduce un sistema generalizzato di fatturazione elettronica.

Da tale sistema sono escluse le cessioni di beni e le prestazioni di servizio effettuate nei confronti di soggetti che non sono stabili in Italia. Questi soggetti devono inviare i dati telematicamente all’Agenzia entro 5 giorni del mese successivo.

Tale disposizione prevede, inoltre, che:

  • L’emissione di fatture con modalità diverse da quelle elettronica sarà sanzionata;
  • L’utilizzo della fattura elettronica riduce di 2 anni i termini per l’accertamento per i soggetti che garantiscono tracciabilità dei pagamenti ricevuti ed effettuati sopra i 500€.

Inoltre, le aziende e i professionisti in contabilità semplificata che scelgono per la fatturazione elettronica per la comunicazione di acquisti e compensi avranno diritto a semplificazioni. Ad esempio, possono godere della predisposizione dall’agenzia della dichiarazione precompilata, della dichiarazione Iva e le bozze f24.